Per questa notte | Gaur Gauean

Skianto (prod.FlightBeat)

Amici fissi su righe / ‘ste rime un taglio o Shuriken / Fidarsi solo dei brada (fratelli) lei brava solo a mentire / Fumo ma in mente ho solo te G13 in sala da tè Fra / Weed da mette in te_ca / Weed da mette in te_ca / Mi affaccio e vedo Plutone / Discorsi ma alla Platone / Fumiamo i danni con calma che abbiamo i grammi da grower / L’amore che cos’è, è? / Spiegamelo e mi calmo / Non sa com’è che mi chiamo ma vuole già farlo in auto / L’incenso in camera lei che viene giù in lingerie / La calma che s’incamera / Siamo sulla stessa strada ma la strada è mia / e i disagi che non passano, le notti che non passano / serve protezione in mezzo a queste strade / anche d’estate sulle stesse strade, sulle stesse strade / Per questa notte stai con me / per questa notte stai con me / Per questa notte stai con me / Hai detto stai come? “Un po bene un po male, grazie!” / Torta di mele e latte, abbiamo giocato carte e canne per colazione / Sai che passerà ‘sta notte, Forse no, Quindi passala, ne abbiamo ancora un po’ / come può, una come te starmi vicino un tot / una come te starmi vicino un tot / Ma se siamo diversi un po siamo uguali, che per strada inventiamo segni stradali / conta gli anelli che abbiamo sopra alle mani / In fondo amiamoci pure senza legami / In fondo amiamoci pure senza legami / Siamo sulla stessa strada ma la strada è mia e i disagi che non passano, le notti che non passano / serve protezione in mezzo a queste strade / anche d’estate sulle stesse strade, sulle stesse strade / per questa notte stai con me per questa notte stai con me

Lagun estuak testuak entzuten

errima ederra ala Shuriken bradak besterik ez fio

neskak zer dio? Gezurrak tio.

Erre bai baina zu zaitut nik buruan

G13 (G hamairu) Tè sala barruan

belarra betrinan huan

Begira, hauxe omen da Pluton

Berbetan zein gaz gu, Platon?

Arazoak erre lasai erre

gramo, baratze, landare.

Zer da amodioa, eh?

Esan, lasaituko naiz ba

Ez daki nire izena ta

autoan egin nahi du, ya.

intzensua piztuta gelan,

hara non agertzen dan,

linzeria intimoan

Kalma gela barruan

Kale berberan gara

baina kalea nirea da

ezinegonak ezin pasa,

gauak ezin ezin pasa

babesa behar da kaleotan

baita udaran,

kale berdinetan,

kale berdinetan

Gaur gauean zu nirekin

Gaur gauean zu

Nirekin gelditu

Nirekin geldi zu?

Esan duzu?

earki baina erdipurdi, aizu!

Sagar pastela ta esnea

gosaltzeko porruak eta

karteta jolastea

pasako al da gaur gaua

Agian ez

Pasa beste hoi, ez da amua

bada geio kalamua

beldurrik ez

Nola leikea, ai enea,

zu bezalako emea,

nikin egon

nahi izatea?

Desberdinak bagara

berdintsuak ere

kaletan asmatzen deu

bide ta seinale

konta itzagun

eskuko eraztunak hobe

bestea lotu gabe,

maita gaitezen ba, eh!

Kale berberan gara

baina kalea nirea da

ezinegonak ezin pasa,

gauak ezin ezin pasa

babesa behar da kaleotan

baita udaran,

kale berdinetan,

kale berdinetan

Gaur gauean zu nirekin

Gaur gauean zu nirekin gelditu

Kale berberan gara

baina kalea nirea da

ezinegonak ezin pasagauak ezin ezin pasa

babesa behar da kaleotan baita udaran

kale berdinetan

Gaur gauean zu nirekin

Gaur gauean zu

Nirekin gelditu

DIZIONARIO | HIZTEGIA

Lagun: amico, amici

estuak: stretti

testuak: i testi

entzuten: ascoltando

errima: rima

ederra: bello, bella

ala: o, oppure

Shuriken

bradak: “brothers” (brada: fratè’)

besterik ez: soltanto (Beste: altro Ez: no)

fio: fidarsi

neskak: la ragazza

zer dio?: che dice?

Gezurrak: bugie

tio: regà, zì (forma colloquiale)

Erre: fumare

bai: si

baina: ma

zu: tu

zaitut: ti ho

nik: io

buruan: in testa (Burua: la testa)

G13 (G hamairu): 13

Tè:

sala: sala

barruan: dentro

belarra: erba

betrinan: in vetrina

huan: stava (forma colloquiale)

Begira: guarda

hauxe: questo

omen da: pare che sia (Omen: sembra che. Da: è)

Pluton

Berbetan: parlando

zein: chi

gaz: siamo (detto in forma dialettale di Bizkaia)

gu: noi

Platon: Platone

Arazoak: i problemi

erre: fumare, fuma

lasai erre: fuma tranquillo (Lasai: tranquillo)

gramo: grammo

baratze: orto

landare: pianta

Zer: che

da: è

amodioa: l’amore

eh?

Esan: di, dire

lasaituko naiz ba: mi calmerò, si (Lasaitu: calmare)

Ez daki: non sa

nire: mio

izena: nome

ta (eta): e

autoan: nell’auto, nella macchina

egin nahi du: vuole farlo (Egin: fare. Nahi: volere)

ya: già, mo, subito

intzensua: l’incenso

piztuta: acceso (Piztu: accendere)

Gelan: nella camera (Gela: camera)

hara: ecco!

non: dove

agertzen dan: si fa vedere (Agertu: comparire)

linzeria intimoan: in lingerie intime

Kalma: calma

gela: la stanza

barruan: dentro a

Kale berberan gara: siamo sulla stessa strada (Kale: strada. Berberan: sulla stessa. Gara: siamo)

baina: ma

kalea: la strada

nirea: mia

da: è

ezinegonak: i disagi

ezin: non poter

pasa: passare

gauak: notti

ezin ezin pasa: che non possono passare

babesa: protezione

behar da: ci vuole (Behar: bisogno. Da: è, c’è)

kaleotan: in queste strade (Kale: strada)

baita: anche

udaran: d’estate

kale: strada/e

berdinetan: nelle stesse (Berdin: uguale)

Gaur: oggi

gauean: nella notte

zu: tu

nirekin: con me

Gaur gauean zu: oggi stanotte tu

Nirekin gelditu: con me rimani

Nirekin: con me

geldi: rimanere, fermarsi

zu: tu

Esan duzu: hai detto (Esan: dire. Duzu: tu hai.)

earki: bene

baina: ma

erdipurdi: così così

aizu: senti

Sagar: mela

pastela: torta

ta (eta): e

esnea: latte

gosaltzeko: per colazione

porruak: le canne

eta: e

karteta: a carte

jolastea: giocare

pasako al da: passerà?

gaur: oggi

gaua: la notte

Agian: forse

ez: no

Pasa: passa

beste hoi: quell’altro (Beste: altro. Hoi (hori): quello)

ez da: non è

amua: un amo (di pesca)

bada: c’è

gehio: di più

kalamua: canapa

beldurrik ez: niente paura, non ti preoccupare (Beldur: paura. Ez: no)

Nola leikea: come è possibile

ai enea: per bacco!

zu bezalako emea: una donna come te (Zu: tu. Bezalako: come Emea: femmina)

nikin: con me

egon nahi izatea: che voglia stare (Egon: stare. Nahi: volere.)

Desberdinak bagara: se siamo diversi (Desberdinak: diversi. Bagara: se siamo.)

berdintsuak: simili

ere: anche

kaletan: nelle strade

asmatzen deu: inventiamo

bide: strada

ta: e

seinale: segnali

konta itzagun: contiamo

eskuko: della mano (Esku: mano)

eraztunak: anelli

hobe: meglio

bestea: l’altro

lotu gabe: senza legarlo (Lotu: legare. Gabe: senza.)

maita gaitezen ba, eh!: amiamoci allora, eh! (Maita, Maite: amare Gaitezen: [imperativo prima persona plurale])

Kale berberan gara: siamo nella stessa strada

baina kalea nirea da: ma la strada è mia

ezinegonak ezin pasa: i disagi che non passano

gauak ezin ezin pasa: le notti che non passano

babesa behar da kaleotan: ci vuole protezione in queste strade

baita udaran: anche d’estate

kale berdinetan: nelle stesse strade

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...